Struttura Rifugio
image

Foto rifugio

L’Arca negli anni ha ospitato fino a 600 cani e 200 gatti ora il numero di entrambi è notevolmente diminuito. Dal 1999 il rifugio è cambiato drasticamente, per chi ha conosciuto Piera prima di allora si ricorderà che per cucinare si usava una betoniera, per toilette c’erano i campi, i box fatti con materiale di fortuna e Piera dormiva in una baracca. Ora vi è una cucina per la preparazione delle pappe dei cani, dei servizi, uno spogliatoio, un’infermeria sia per i cani che per i gatti, magazzini, molti box (con zona riscaldata e sgambamenti limitrofi), 6 aree di sgambamento, i vari settori del gattile ristrutturati e con riscaldamento e Piera ha un piccolo monolocale.
Ha cioè tutti i requisiti che la legge e l’ASL in particolare richiedono.

Tutto ciò è costato e costa molto, la gestione dell’Arca è molto dispendiosa sia in termini di denaro che di lavoro da fare.

Chiunque voglia aiutare Piera è ben accetto, abbiamo bisogno di tutto e di tutti, si può collaborare in qualsiasi modo: adottando un animale, venendo a far volontariato in canile o gattile, procurando cibo e altri beni di uso quotidiano, con lavori di manutenzione della struttura, aiutandoci a organizzare o organizzando eventi per sensibilizzare l’opinione pubblica e raccogliere fondi.
image

Foto rifugio